[Home][Civica Filarmonica di Bellinzona - un nome che suona]

Note storiche


[Documento storico]

Un'antica fotografia della Civica risalente al 24 settembre 1893


Questo testo è il frutto delle ricerche di Quirino Tatti (1925-2002), già presidente della Civica, ed è stato pubblicato nell'opuscolo commemorativo per i 200 anni della Civica Filarmonica di Bellinzona (1985). Esso viene qui ripreso senza adattamenti.

Nel 1964, la Civica Filarmonica di Bellinzona festeggiava, con solenne cerimonia, il suo centoventicinquesimo anno di attività, poichè dai suoi atti d'archivio risultava che essa era stata fondata nel 1839. In quell'occasione, mi venne affidato l'incarico di pronunciare il discorso ufficiale di commemorazione. E raccontai allora, sulla scorta dei non molti documenti che mi era riuscito di racimolare, i fatti salienti che accaddero in quei centoventicinque anni di vita. Ma nella mia sia pur concisa cronaca non potei fare a meno di esprimere i miei dubbi sul fatto che la data di fondazione della Civica risalisse soltanto al 1839, perchè già nel primo verbale di quell'anno si accennava, quand'anche in modo vago, ad un ente che già esisteva. Inoltre rilevavo che il mio principale informatore, il dott. Casimiro Fratecolla, nella sua allocuzione tenuta il 5 gennaio 1898, per il cinquantesimo anniversario di fondazione del teatro, accennava a fatti avvenuti prima del 1839, senza però indicare la fonte delle sue informazioni.

La lettura di quel discorso è oltremodo interessante, ma non è il caso di riprodurne qui anche una minima parte, perchè finirei per andare oltre i limiti che il presente esposto mi impone.
Chi desiderasse prenderne conoscenza potrà consultare l'opuscolo pubblicato dal rag. Augusto Bonzanigo "Squarci di storia bellinzonese" 1967, pag. 50 e seguenti, oppure il testo originale del discorso pronunciato dal dott. Casimiro Fratecolla e riprodotto su "Il Dovere" dei giorni 10-11-12 e 14 aprile 1919 e custodito nell'Archivio cantonale a Bellinzona.

Nella mia esposizione del 1964 facevo una breve cronaca della mia ricerca ed accennavo ad un foglio ritrovato nell'archivio della Civica Filarmonica di Bellinzona (che non è certamente un archivio ordinato secondo rigorosi criteri scientifici) sul quale erano elencate le date più importanti di quella che si può, a giusto titolo, ritenere la più vecchia associazione bellinzonese.

L'anonimo compilatore di quel foglio segna come data di fondazione l'anno 1814; ma se ciò fosse vero, nel 1964 avremmo dovuto celebrare non il 125o anniversario di fondazione del nostro corpo musicale, bensì il 150o.

Così potevo asserire, allora, che "unico documento ineccepibile sul quale mi è stato possibile di eseguire delle ricerche è il libro dei verbali dell'accademia filarmonica del 1839 che ho confrontato con un discorso pronunciato dall'avv. Casimiro Fratecolla in occasione del 75o anniversario di fondazione del Teatro sociale".

Nel 1964, il libro dei verbali dell'Accademia filarmonica del 1839 era stato trovato da non molto tempo e non doveva essere noto all'avv. Fratecolla che, nel suo discorso, cita soltanto fatti e notizie frammentarie riguardanti il periodo che va dal 1839 al 1855, mentre egli cita invece documenti che non ci era stato possibile trovare e che molto probabilmente erano andati persi in un qualche incendio o che, forse, riposano sonni tranquilli nel solaio di una casa patrizia.

Il verbale dell'accademia filarmonica del 19 marzo 1839 inizia con questa frase:
"Era da tutti sentita la necessità di avere in questa nostra Città un corpo di scelti musici che ravvivassero il genio della musica che parea estinto ormai fra i bellinzonesi. Appena però si fa sentire una voce di riunione, un progetto d'una nuova società filarmonica, molti accettarono con entusiasmo la proposta e si sottoscrissero, parte come esercenti, parte come contribuenti...".

Da ciò si può quindi arguire che in precedenza esisteva già una società filarmonica a Bellinzona ed è appunto il Fratecolla che ce ne dà notizia in quel suo discorso, cui abbiamo accennato esordendo. Ma da quel discorso possiamo inoltre evincere che nel 1785 venne fondata nella nostra Città un'accademia che si denominava pomposamente "illustre accademia filarmonica e filodrammatica" e che era composta da attori e musicanti.

Continua
Home

Aggiornamento: 10 gennaio 2007